libri e quaderni, la vecchia scuola ritorna di moda

Spid, cie, lim, tablet, fttc, ftth, wifi e condivisioni. Inutili, dannosi, strumenti infernali della transizione digitale. Eppure il Governo li aveva resi centrali allo sviluppo con gli investimenti del piano di ripresa e resilienza, il ben noto e sbandierato Pnrr. Mai più! 2022, la scuola mette al bando la DaD. Come se le relazioni ed i rapporti tra gli uomini non avessero subito cambiamenti con il prepotente avvento della moderna società dell’informazione, i parrucconi del Miur hanno vietato il ricorso alla DaD finanche per gli alunni ammalati i quali potranno bighellonare a casa sui social, giammai studiare e seguire la lezione del giorno a distanza. Un patrimonio di competenze, abilità ed esperienze digitali acquisite a gran fatica da migliaia di docenti nativi analogici trasformatisi in esperti, buttato nel cestino. Suona la campanella, tutti ordinati e composti nei banchi. Aprite il libro a pagina 2022 e scrivete nel quaderno: la scuola ritorna alla normalità, non ha bisogno del progresso tecnologico per restare al passo coi tempi.

(Visited 63 times, 1 visits today)

Lascia un commento