Dai rinnovi dei contratti verranno 3,5 euro netti in busta, doppio bonus esentasse per le forze di polizia

gennaio 6, 2016 at 1:10 admin

Meno che briciole saranno gli incrementi salariali che verranno dai rinnovi contrattuali secondo i calcoli del Sole24Ore. Esattamente 3,5 euro l'aumento netto in busta. Cento euro lordi pro capite infatti ha stanziato la Legge di Stabilità 2016, da cui vanno sottratti 33 euro per contributi ed Irap. La differenza suddivisa per tredici mensilità restituisce circa 5 euro mensili, da cui vanno ulteriormente sottratti i contributi e le ritenute erariali a carico del dipendente e pari all'incirca al 30% cioé, 1,5 euro. Il netto in busta che si concretizza è per l'appunto 3,5 euro in più rispetto a quanto già di stipendio. Meglio sicuramente meglio è andata alle Forze dell'Ordine che vedono stanziate nella Legge di Stabilità risorse pari a 510 milioni complessivi mentre lo stanziamento per i rinnovi del pubblico impiego civile ammonta a 300 milioni totali. Riceveranno un altro bonus esentasse di 80 euro che si sommerà al precedente valido per tutti i dipendenti pubblici. Ma si sa, quando lo scontento sociale si fa critico, i governi pensano bene di praticare un trattamento di favore a militari e forze di sicurezza...(fonte)

Posted in: attualità

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

Legge di Stabilità, gli Statali pagano le mance di Renzi elargite a deficit

dicembre 24, 2015 at 11:59 admin

Tra un taglio di qua ed un bonus di là, la Legge di Stabilità 2016 è andata a deficit tanto che la Commissione Europea ne ha sospeso fino a marzo la valutazione. A pagare le mance di Renzi ancora una volta è stato chiamato il pubblico impiego con una nuova stretta al turnover ulteriormente ridotto al 25% della spesa per cessazioni dell'anno precedente nel corso del 2016 e fino al 2018 compreso, con la sola eccezione del 2016 per gli Enti che assumeranno il personale sovrannumerario delle ex Province: potranno impiegare il 100% della spesa per cessazioni 2015. Stop anche alle assunzioni di dirigenti, non si potranno riempire le piante organiche come determinate dalla spending rewie di Monti fino all'entrata in vigore dei Decreti attuativi della Riforma Madia. Le briciole dei risparmi così ottenuti, andranno a compensare in parte i 300 milioni stanziati per i rinnovi contrattuali grazie alla Sentenza della Corte Costituzionale. Stanziamenti veramente esigui se si pensa che a questi trecento milioni vanno sottratti 74 milioni destinati alle Forze di Polizia e 7 milioni riservati ai rinnovi per il personale non contrattualizzato. Restano quindi a disposizione per rinnovare i contratti ai restanti 2,8 milioni di dipendenti pubblici circa, solamente 219 milioni di euro. Il blocco dei contratti però non è terminato perché se la Sentenza della Consulta ha costretto il Governo almeno formalmente a rinnovare i Contratti Nazionali, la Legge di Stabilità 2016 ha confermato il blocco dei rinnovi dei Contratti Decentrati. Un buon auspicio per la crescita, non c'è che dire...(fonte)

 

Posted in: attualità | General

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Renzi: sarà una PA modello i-Phone, Decreto precari se la discussione andrà per le lunghe

ottobre 15, 2012 at 10:00 admin

Il secondo anno di Renzi a palazzo Chigi è cominciato con gli annunci come il primo. L'intervista è davvero lunga e tocca tutti i temi dell'attività di Governo, ma quello che a noi interessa lo potete leggere alle pagine 33 e 34 del settimanale L'Espresso del 12 marzo 2015: nella delega della riforma Madia è prevista anche la riorganizzazione dei corpi di Polizia, saranno quattro in tutto (mica pochi). La prossima PA assumerà a modello l'I-PHONE: un solo codice di accesso e tante applicazioni. Basterà un SMS per pagare le tasse. Eppure questa, pare di ricordare che l'abbiamo già sentita...Approvata la Legge DelegaRenzi promette che smoterà molte cose della pubblica Amministrazione: i ministeri si "parleranno" ed i compiti di ciascuno saranno riparti senza duplicazioni di competenze. Aspirazione leggittima anche questa, sin dai tempi di Luigi Einaudi. Una notizia confortante la riserva però ai precari della scuola: ha promesso a Mattarella di NON abusare dei Decreti Legge riferisce, ma se la discussione del ddl-scuola dovesse impantanarsi in Parlamento, allora si procederà all'assunzione per Decreto. Il tempo che si è dato è quello di sei mesi per concludere le operazioni necessarie alle assunzioni attraverso le vie ordinarie. Auguri...(FONTE)

 

 

PA modello i-Phone, precari assunti per Decreto.pdf (7,15 mb)

Posted in: General

Tags: , , , , , , ,