sviluppo del mezzogiorno, ideona dei Presidenti regionali, assumiamo nel pubblico impiego

luglio 1, 2018 at 6:27 admin

Che cosa potevano mai immaginare di diverso dal passato nel 2018 per lo sviluppo del mezzogiorno ed il rilancio dell'occupazione i Presidenti delle Regioni meridionali se non un offerta di posti di lavoro a buon mercato nel pubblico impiego? Si poteva pensare a massicci investimenti nelle pur necessarie opere infrastrutturali quali ferrovie, alta velocità, traspoti pubblici, vie di comunicazione e collegamenti coi porti turistici e commerciali, capillari impianti di reti digitali, zone franche per l'attrazione di investimenti produttivi, recupero ed ammodernamento del patrimonio immobiliare isomma, tutto quanto potesse mettere una economia asfittica quale quella meridionale, al passo con la modernità ed invece, al Presidente della Regione Campania altro non è venuto in mente se non chiamare a Napoli i suoi colleghi delle regioni meridionali perché facciano "lobby" e convincano il Governo a finanziare posti fittizi nelle pubbliche amministrazioni come ai bei vecchi tempi del compromesso storico DC/PCI quando lo sviluppo reale si faceva ammordernando gli apparati produttivi del nord ed i voti si facevano al sud con l'assistenzialismo e le clientele. Una patacca propagandistica quella dei masaniello meridionali in cerca di autore. Il turn over infatti riguarda le normali assunzioni nei Comuni, il fisiologico ricambio, posti già esistenti da ricoprire con la sotituzione del personale cessato, cosa ben diversa dalla creazione di nuova occupazione produttiva. Basti pensare alla Sicilia che ha il triplo dei dipendenti di Regione Lombardia che pure ha il doppio della popolazione. Finirà che non si troveranno  sedie per tenerli alle scrivanie se continuano ad assumere. Eppure tra i più entusiasti tra firmatari del patto per il lavoro che non c'è, s'è mostrato il suo Presidente Musumeci al quale prontamente si è unita l'immancabile Cgil. Non sembra vero al sindacato poter sedersi nuovamente al tavolo e partecipare ai processi selettivi di personale in corso/concorso con la politica [fonte.1[fonte.2[fonte.3]

Posted in: attualità

Tags: , , , , , , , , , , , ,

EELL, dal patto di stabilità all'equilibrio di bilancio, la mobilità grava sui limiti assunzionali

settembre 18, 2016 at 6:46 admin

La Legge n. 160/2016 ha sbloccato la mobilità dei dipendenti degli Enti Locali nelle Regioni in cui almeno il 90% del personale soprannumerario delle Provincie è stato ricollocato. Il passaggio però dal Patto di Stabilità al criterio del bilancio in equilibrio ha determinato anche la rivisitazione della teoria secondo la quale le procedure di mobilità erano da considerarsi neutre ai fini dell'incidenza sul limite di spesa assunzionale pari al 25% dei cessati. Una serie di norme concomitanti e non coordinate, inducono hanno indotto la Corte dei Conti a rivedere i propri indirizzi interpretativi e considerare il passaggio di un dipendente tra enti dello stesso comparto come una modalità di reclutamento diversa che non è a somma zero perché la stipula del contratto di lavoro nel nuovo Ente di destinazione, incide comunque sul bilancio di quest'ultimo...[fonte]

Posted in: norme

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Estate serena per i Comuni, il Decreto EELL diventa Legge e ripartono le assunzioni

agosto 7, 2016 at 11:31 admin

E' una estate serena questa per i piccoli Comuni italiani. Il Decreto EELL è diventato legge, possono ripartire le assunzioni. In particolare nei Comuni dove il rapporto tra dipendenti e popolazione è inferiore a quello medio nazionale, si potrà attuare un turn over del 75%. Per i grandi Comuni invece, è prevista una deroga al blocco e la possibilità di assumere personale nelle scuole dell'infanzia e negli asili nido. Le novità non finiscono con le assunzioni, la Legge prevede anche un allentamento del Patto di Stabilità interno con il pareggio di bilancio non più obbligatorio al rendiconto che si trasforma in vincolo di saldo finale non negativo a consuntivo. Il Decreto divenuto Legge stanzia inoltre 148 ml per le Provincie di cui 48 destinati alle funzioni fondamentali e 100 alla manutenzione stradale...[fonte]

Posted in: norme

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Turn over, il blocco sarà allentato solo per i Comuni virtuosi

luglio 10, 2016 at 12:07 admin

L'allentamento del blocco del turn over non sarà generalizzato, ma selettivo. Potranno sforare infatti il tetto del 25% della spesa per la forza lavoro cessata l'anno precedente solamente i Comuni virtuosi cioè, i Comuni in equilibrio col patto di stabilità. La misura è stata prevista per non vanificare gli sforzi dei Comuni in regola. Rientreranno nella misura di alleggerimento anche quei Comuni con specifiche caratteristiche demografiche ancora da definire. Ad anticiparlo è stato Antonio Misiani relatore in Commissione bilancio sul Decreto legge Enti Locali che sarà consegnato all'aula di Montecitorio il 20 luglio per poi passare al Senato per l'approvazione definitiva...[fonte]

Posted in: General

Tags: , , , , , , , , , , , ,

EELL, pareggio di bilancio temperato in Stabilità per ricollocare gli esuberi delle Provincie

ottobre 25, 2015 at 4:45 admin

100 milioni di euro sono previsti nella Legge di Stabilità per finanziare gli stipendi dei lavoratori in esubero delle Provincie le cui Regioni di competenza territoriale non hanno ancora applicato la Legge Del Rio e ridefinito le funzioni da assegnare ai Comuni. In questa condizione si ritrovano in otto delle 15 Regioni a Statuto ordinario ed il Governo minaccia il Commissariamento. Inoltre, è previsto una sorta di deroga nella Legge di Stabilità, il pareggio di bilancio temperato, pur di trovare una ricollocazione agli esuberi delle Amministrazioni Provinciali, si autorizza il turn-over all' 80% dei risparmi di spesa per cessazione negli EELL mentre per le Amministrazioni Statali scende al 25% con nuove assunzioni circoscritte ai profili professionali di cui si necessita, le piante organiche non saranno più rideterminate...(fonte)

Posted in: attualità | General

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,