vecchi, precari e bocciati ai concorsi, in Europa i docenti italiani restano tra i pochi non abilitati per titoli

febbraio 26, 2018 at 3:15 admin

Sono vecchi, precari ed in gran parte bocciati ai concorsi i docenti italiani, nonostante che nei lunghi anni trascorsi in classe, abbiano già dato prova della loro bravura e preparazione. E' quanto emerge dal rapporto Eurydice, la ricerca che mette a confronto i sistemi educativi dei diversi paesi europei. L'Italia è tra i pochi paesi in cui i titoli formativi ed accademici non sono abilitanti con il paradosso che un professore, pur abbondantemente testato sul campo, non supera le prove concorsuali oppure gli può capitare di essere respinto al termine del triennio formativo post concorso. La vita è tutta un quiz, potrai essere il più bravo dei maestri, ma ti bastera' una sola stecca per ricacciarti nel purgatorio dei precari non abilitati e magari il giorno dopo, ti ritrovi da correggere trenta versioni di latino anche se più alcuno lo studia...[fonte] [rapporto-Eurydice

Posted in: scuola

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Def 2016, niente soldi per i rinnovi dei contratti e tagli di spesa previsti alla sola voce stipendi

aprile 15, 2016 at 12:04 admin

Sono undici i miliardi di spesa tagliati dal 2010 e riguardano la sola voce stipendi dei lavoratori. Gli obiettivi di finanza pubblica sono stati raggiunti esclusivamente con il contenimento della spesa per il personale con il blocco del turn over, il blocco delle progressioni di carriera, dei rinnovi contrattuali e coi tagli alla contrattazione decentrata. Nel complesso si è registrato un calo di 110mila unità lavorative. La spesa per acquisti di beni e servizi invece, pur sbandierata come asse portante del piano di risparmi, nello stesso periodo preso a riferimento, è rimasta sostanzialmente invariata. A reggere quindi l'impatto del riequilibrio di bilancio condotto in vista del pareggio, hanno contribuito i soli dipendenti del pubblico impiego, le altre voci di spesa sostanzialmente non sono state ridotte. Nel Def si annota che nel solo 2015, grazie alla riallocazione degli esuberi delle province, il Tesoro ha realizzato risparmi inattesi rispetto alle previsioni per 3,1 miliardi. Nel 2016, le assunzioni nella scuola faranno risalire di due miliardi le uscite, ma già nel 2017 coi vincoli al turn-over già previsti per legge, la tendenza dovrebbe ritornare al ribasso. Quanto agli stanziamenti aggiuntivi per i rinnovi, bisognerà secondo il Documento di Economia e Finanza, attendere la successiva tornata contrattuale del 2019-2021 che apposterà 600 milioni destinati agli incrementi stipendiali degli Statali tutti. (Def-2016; Def-2016 all.; breve analisi)

Posted in:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,