quota 100 ha aperto le porte della PA ai giovani frustrati dalla crisi, osserva Durigon

tra luglio e settembre quota 100 libererà ben 34.000 posti di lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni ed il turn over darà una forte spinta all’incremento occupazionale del paese, osserva il sottosegretario al Ministero del Lavoro, Claudio Durigon. Per tanti giovani che in questi ultimi anni hanno visto frustrata l’aspirazione legittima al lavoro vero e solido, si spalancheranno le porte della PA che con l’accesso di nuove energie native digitali, avrà modo di adeguare le prassi, efficientare i servizi ed aprire canali diretti e personalizzati con l’utenza sempre piu’ esigente. Si pone quindi in essere una opportunità anche per la PA di farsi interprete ed interlocutore privilegiato della società della informazione come già accaduto per il settore bancario ad esempio, del terziario avanzato e del commercio. Anche per la Pubblica Amministrazione, con l’arrivo di forze fresche, vergini e non strutturate, ci sarà l’occasione di finalemnte concreta e realistica di svecchiare, semplificare, efficientare. A meno che, come sembra, le nuove norme assunzionali che hanno spostato il rapporto della spesa per le risorse umane dai cessati alle entrate, non si riveli alla prova dei fatti più controverso ed accidentato per gli Enti virtuosi che devono assumere e dare lavoro così annullando ogni vantaggio ipotizzato nelle premmesse di quota 100

fonte.1fonte.2

(Visited 3 times, 1 visits today)

Lascia un commento