se il prof non può bocciare, l’allievo rimane analfabeta

Non potevano certamente cogliere di sorpresa gli osservatori attenti, gli esiti dei questionari invalsi: il 35% degli studenti non possiede i necessari strumenti cognitivi e sintattici per interpretare un testo in lingua italiana. I vecchi che hanno sgobbato sui libri e si sono formati nella scuola fino agli anni ’80 quando ancora si faticava a raggiungere i propri obiettivi a suon di interrogazioni alla lavagna, esami e bocciature implacabili, sanno bene che le moderne pedagogie della scuola inclusiva non potevano che condurre allo sfascio il sistema di istruzione. Esse riflettono architetture astratte ispirate da un pensiero e da metodologie che alla prova dei fatti si sono rivelate fallimentari. Confondere l’uguaglianza di diritti tra gli uomini con la parità di profitto e di talento potenziale espresso, ha minato la capacità della scuola pubblica di selezionare la classe dirigente italiana ed ha finito per rinviare il compito al sistema formativo privato col risultato che una massa di boccaloni si è data per governanti dei poveretti e l’alternativa a questi, è rappresentata da una elite bocconiana e luissiana che riduce a ragionierismo quanto dovrebbe essere disegno strategico delle politiche culturali e di sviluppo di un paese moderno. Per uscire dalla crisi, è inutile continuare a sperimentare i paradigmi del pensiero splendido ed illuminato. Non c’è altra strada che quella di recuperare la scuola classica, il solo modello di istruzione che ha saputo formare e far maturare delle teste pensanti; adulti consapevoli della propria storia e delle proprie radici profonde. Tecnici, scienziati, letterati ed artisti di fama internazionale che seppero ricostruire il paese dalle macerie del dopoguerra e gettarano le basi per il successivo sviluppo economico e produttivo fino a fare dell’Italia la quinta potenza industriale mondiale al cui cospetto, quella che viviamo, è la risultante di un somaro che sale in cattedra.

fonte.1 e fonte.2

(Visited 10 times, 1 visits today)

Lascia un commento