quota 100, in Comune passaggio di testimone agli idonei

forse qualcuno cominicerà a ricredersi. Forse sarà una occasione per Boeri, di ridimensionare la sua spocchia. E’ vero che tanto nuovo debito è costata quota 100, ma almeno un obiettivo sembra averlo raggiunto e cioé quello di lasciare liberi i posti lavoro per 500 vigili urbani e ben 800 amministrativi che il Comune di Roma coprirà scorrendo le graduatorie degli idonei. Almeno nel pubbblico impiego, era evidente a chi non fosse in male fede, che il risultato sarebbe stato l’ingresso di nuove forze diversamente dal settore privato dove quota 100 ad oner del vero, si annuncia unicamente come un aggravio della spesa previdneziale ed una opportunità per gli imprenditori di alleggerire i bilanci delle imprese tagliando i posti di lavoro ed aumentando l’automazione. Così vanno le cose nella nostra Italia. L’obiettivo di tanti imprenditori non è mai stata la coesione sociale, quanto piuttosto la massimizzazione del profitto. Comunque, almeno al Comune di Roma, quota 100 se non ha di certo creato nuovi posti di lavoro, ha però spalancato le porte a 500 vigili urbani che giovani non saranno più verosimilmente, perché attendono di essere assunti dal 2010 cioé, sono trascorsi ben nove anni da quando hanno superato il concorso e così sarà anche per gli 800 impiegati amministrativi che a settembre prossimo avrebbero visto svanire per sempre ogni sogno di lavoro sicuro e sarebbero stati condannati al precariato della vita globalizzata che ci ha regalato la finanza mondialista a capo della UE. Un monito ed un invito a riflettere anche per il Ministro, la signora Bongiorno, per la quale gli esami per gli idonei non dovrebbero finire mai e dovrebbero farsi trovare sempre pronti ed in ogni circostanza della vita a nuovi concorsi. E’ il segno dei tempi dominati dal pensiero splendido fuori da ogni dura e misera realtà soggettiva. Le carriere degli impiegati andrebbero valutate dai risultati di lavoro e dalla qualità ed affidabilità del servizio reso alla collettività piuttosto che affidate all’automazione degli improbabili algoritmi questionari.

fonte

(Visited 22 times, 1 visits today)

Lascia un commento