quota 100, pensione a luglio, liquidazione a 67 anni

La data è fissata, è il 14 gennaio, il Consiglio dei Ministri approverà il Decreto di riforma sperimentale della Legge Fornero con validità triennale. Già a luglio p.v. si potrà andare in pensione con quota 100 come da contratto di Governo: 62 anni di età e 38 di contributi previdenziali. Il problema però è la liquidazione che non si incasserà prima dei 67 anni cioé, al compimento dei requisiti dettati dalla Fornero tra le lacrime. Una montagna insormontabile quella della grana in cache: 7,5 mld introvabili nei forzieri vuoti dello Stato se fossero stati pagati contestualmente al maturare della quota 100. Il rinvio di un lustro della buonauscita per mancanza di liquidità di cassa, potrà essere letto da alcuni anche come una misura calmieratrice della prevedibile onda pensionabile. E’ il destino delle promesse di conti senza l’oste: in attesa del vino, ci si disseta con l’acqua della pensioncina che mai potrà bastare a chi vive di solo stipendio.

fonte

(Visited 12 times, 1 visits today)

Lascia un commento